Il Viaggio di Tuf - George R.R. Martin

Per iniziare voglio concentrami su uno degli ultimi libri che ho letto, nonché uno di quelli che mi ha segnato di più.
Ecco la quarta di copertina:
" Haviland Tuf, ovvero il viaggiatore delle stelle. Ma non aspettatevi un baldanzoso astronauta il cui fisico aitante viene messo in risalto da un'attillata tutina spaziale. No, il signor Tuf è proprio come non te lo aspetteresti.Altissimo, pelato, pallido, decisamente sovrappeso, e soprattutto molto, molto flemmatico. Vegetariano convinto, amante dei gatti, ecologista militante, per uno scherzo del destino si trova a comandare un enorme vascello, l'Arca, l'ultima nave inseminante dello svanito Corpo Genieri Ecologici. Be', non proprio a comandare, visto che ne è anche l'unico occupante non felino... A bordo dell'Arca, trenta chilometri di lunghezza, Tuf vaga per la galassia alla ricerca di mondi in pericolo a cui offrire i propri servigi. E si trova ad affrontare alcuni dei più terribili "cattivi" che l'universo abbia mai conosciuto...

  • Dalla geniale penna di George R.R. Martin, una profetica raccolta di storie che affrontano temi "importanti", come la minaccia ambientale e i pericoli del potere assoluto, animata da un umorismo nero e irresistibile.  " 


Il Viaggio di Tuf è un romanzo, o meglio una raccolta di racconti (7) scritto da George R.R. Martin.
Ebbene il caro vecchio George non ha scritto solo Le Cronache, la serie di libri per cui ora è famoso in tutto il mondo, ma anche molti altri libri singoli o  serie molti dei quali seguendo la scia del successo delle cronache tradotti negli ultimi tempi come: Il Pianeta dei Venti (Windhaven scritto con Lisa Tuttle); Armageddon’s rag; In Fondo il Buio; Il Battello del Delirio; Fuga Impossibile, Il Viaggio di Tuf stesso + due raccolte di racconti con spin-offs delle cronache: Le Torri di Cenere e I Re di Sabbia. 
Oltre a queste ultime traduzioni vi sono state la serie di Wild Cards (solamente curata da Martin con alcuni suoi racconti) e La Luce Morente. A me purtroppo mancano molti di questi libri anche se sono immancabilmente nel mio elenco di libri da leggere.
Il Viaggio di Tuf è uno stupendo libro fantascientifico che parla di un astronauta e delle sue peripezie. Astronauta che nell’ immaginario collettivo è Alto, Figo, Biondo,Palestrato. 
Niente di più lontano che il nostro protagonista: un imponente, calvo, pallido, ciccione uomo  con una tuta spaziale troppo aderente per la troppa ciccia… Ed uno si chiede come diamine fa ad avercela tutta sta ciccia: è vegetariano!




In più, la cosa che mi ha attratto di più scritta in quarta è stata: “amante dei gatti” non solo, i gatti hanno un ruolo fondamentale nelle sue avventure














Andiamo in ordine. Il libro è diviso in 7 capitoli + un prologo: il prologo è una pagina di diario di un ricercatore spaziale inviato in missione su un lontano pianeta… E’ la sua ultima pagina di diario perché con le sue ultime parole si avvia all'oscura vallata dove tutte le strade confluiscono.

I 7 capitoloni invece sono dei racconti riadattati da vecchi scritti che aveva pubblicato su “Analog” o scritti appositivamente da inserire nel libro.



1- La Stella del Morbo scritto appositivamente come introduzione al libro, narra di come Tuf, ingaggiato da alcuni studiosi, si ritrovi a governare l’Arca: una enorme nave spaziale dedicata alla creazione, sviluppo ed utilizzo, sia pacifico  che bellico, di nuove specie animali, vegetali, batteriche. Questa nave mi è piaciuta tantissimo poiché al suo interno grazie alla banca dati creata raccogliendo informazioni da centinaia di pianeti e con milioni di dati genomici di diverse forme di vita si può dar vita da un Tyrannosaurus Rex ad un Dracula Incappucciato appartenente al pianeta Vilkanis, da dei Gattini Infernali di Abbaitor all’Ariete Rullante di un pianeta senza nome.


2- Pani e pesci che insieme a 4- Fare il bis 7- Manna dal cielo sono la spina dorsale del romanzo, si concentrano sulle avventure di Tuf su un pianeta: S’uthlam, un pianeta con un grave problema: la sua sovrappopolazione che è dovuta ad una RELIGIONE che vede le pratiche contraccettive come illegali, dannose ed abominevoli (pianeta che vai, religione che trovi) in queste tre puntate troviamo una delle varie morali contenute nel libro, ma chi sono io per rivelarvela? Nessuno, però posso dirvi che leggendo questi capitoli non mi sono mai trovato in conflitto e ho “condiviso” appieno le scelte di Tuf.


3- Guardiani Namor, un pianeta dove da poche generazioni l’essere umano si è insediato, è devastato da una piaga: Mostri marini. Qui vedremo la belligeranza e la calma flemmatica di Tuf combattere arduamente, ma incitato dai Namoriani vincerà la belligeranza ed i mari si riempiranno di squali, orche, kraken aerei ed altri mostri marini per combattere le specie autoctone. Voi tutti mi ricorderete che l’equilibrio delle specie ha meccaniche strane e MAI bisogna influenzarlo introducendo specie estranee.
Vedremo come la calma di Tuf riuscirà a risolvere la situazione, se ce la farà.


5- Una bestia per Norn il racconto dove Tuf tira fuori una delle sue perle: ” I mostri sono pura mitologia, come gli spiriti, i mannari e i burocrati competenti.”
Le sue doti di Geniere Ecologico (così si chiamavano gli scienziati che utilizzavano le navi come l’Arca) saranno richieste dalle case governanti del pianeta Lyronica, case sempre in competizione tra loro attraverso combattimenti di animali selvaggi autoctoni. Una di queste case tuttavia continua a perdere e perciò chiede a Tuf un “mostro” imbattibile, e lo riceve.
A quel punto un’altra casa (sono dodici) chiede il suo aiuto… E così via. Fino a che… Ricordatemi? Nuove specie in un habitat nuovo? io dico solo… Genio Martin a descrivere così bene i problemi ambientali presenti sul nostro pianeta in un libro di svago, inducendo anche i più scettici a rifletterci su almeno per dieci minuti.


6- Chiamatelo Mosè il racconto parte con Tuf aggredito da un tagliagole religioso qualunque. Costui proviene dal pianeta Carità dove Mosè, un demagogo religioso a capo della Santa Restaurazione, imperversa. E dopo essere stato aggredito lo scopo di Tuf diventa contrastare Mosè stesso, sfidare la sorte, i caritiani che lo reputano complice di Mosè, Mosè stesso e qualsiasi Dio lo stia assecondando per riuscire ad avere un poco di pace per sé.
Il nostro caro-nome-mitologico in pratica ha attuato, in un ipotetico lontano futuro, alcune delle dieci piaghe che l’hanno aiutato in passato. Il tutto per conquistarsi un piccolo angolino di universo, un pianetino da niente.


Il libro si conclude con il settimo capitolo e, come ho cercato di sottolineare, vuole far passare diversi messaggi: Ecologici, con tutta quella serie di disastri creati con nuove specie in ecosistemi preesistenti; Religiosi; ma soprattutto Etici.
Io mi sono innamorato dell’Arca e da grande voglio fare il Geniere Ecologico… Chissà che non riesca a dare vita ad un piccolo draghetto???
Il libro è stato scritto bene, la narrazione perde lievemente visto che sono vari racconti con protagonista lo stesso personaggio ma è molto scorrevole. 
Può diventare uno dei pilastri fantascientifici più importanti essendo scritto davvero molto bene, con un protagonista particolare, diverso dai soliti "eroi" dei libri ed in più possedendo al suo interno una così alta concentrazione di tematiche scottanti.
Assolutamente d'obbligo la sua lettura per chi è un appassionato di sci-fi, molto consigliato a tutti.


Aratak

Commenti

  1. Coinvolgente lettura. Divorato in due giorni. Profonda riflessione sulla natura del potere, sulla concorrenzialità insita nelle dinamiche democratiche (conosciute nell' occidente contemporaneo) come potenziale causa di carestie e guerre, sul ruolo di una corretta informazione a discapito di false ideologie, laiche o religiose che siano. Mi rattrista il fatto che l' abbia già terminato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è sempre la rilettura! =D
      Io li rileggo sempre i libri e a ogni rilettura scopro una parola, un concetto o un'idea nuova.
      Stupendo libro

      Elimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Upper Comics

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Flowers - Luca Morandi