Le daghe della legione - Turtledove

Buon pomeriggio a tutti!
Come state?
Eccomi qua per l'ultimo appuntamento con la saga della legione!
Qua trovate le recensioni agli altri tre:
PRIMO
SECONDO
TERZO
Le daghe della legione

Di Harry Turtledove




Attenti!
La trama è piena di spoiler se uno non ha ancora letto i libri precedenti!
Se non vi piacciono saltatela pure!
Io vi ho avvisati...


Trama

Marcus... Ah! Caro Marcus, perché devi essere così dannoso per la tua stessa salute?
Vi ricordate che l'avevamo lasciato a farsi con la nipote dell'imperatore?
Ebbene l'imperatore l'ha beccato, colto in fragrante, con le pive nel sacco, con l'uccello che stava beccando la patata ecc...
Per questo Thorisin lo fa rinchiudere nelle prigioni e lo lascia lì a marcire. Ma grazie all'intervento di Alypia rivede la sua posizione e lo manda da solo in una missione suicida da cui, se dovesse far ritorno, sarebbe riabilitato e potrebbe corteggiare Alypia seriamente e non di nascosto.
Alla missione però si aggiunge a causa di un imprevisto Gaius Philippus, il secondo fidato ed esperto di sempre. In più Alypia contatta degli amici dei romani e li manda ad avvertire la legione di stanza abbastanza vicino all'obiettivo della missione.



Marcus e Gaius riusciranno nel loro intento ma sentendo di un esercito in marcia verso la città (la loro stessa legione!) andranno via verso Yezd.
Qua dopo alcune peripezie diventeranno i migliori amici del re del Makuran e degli Yezda. Si avete letto bene. Ok, migliori amici è esagerato ma perlomeno diventeranno amici con benefici. No non quel tipo.

Fuggiti da Mashiz a causa di cambiamenti al potere si incontrano con...
Ma si proprio loro!
I vostri amati Viridovix Gorgidas e l'esercito dei Katrish!
Come sono arrivati fin qui?
Semplicemente hanno sconfitto un esercito Kamorth soggiogato da Avshar e poi hanno attraversato catene e valli per arrivare fin nel territorio Yezda per portare la guerra in casa loro.
Però a causa di mancanza di rifornimenti, continui assalti da truppe Yezda e uno stillicidio di perdite decidono di piegare verso il territorio di Videssos dove si ricongiungono alle truppe dell'imperatore pronte a dar battaglia nello scontro finale tra bene e male.



Per quanto riguarda lo Stile  e l'Ambientazione consiglio di guardare la prima recensione; per i Personaggi la terza.



Conclusione

Un abbastanza degno finale di questo arco narrativo.
Tutti i nodi vengono al pettine, si scopre chi sia Avshar e come mai sia diventato un adoratore di Skotos.
C'è il ricongiungimento di Marcus, Gaius, Viridovix e Gorgidas e la sorpresa dei primi due al cambio di visuale sulla guerra degli altri.

Ci sono tante cose positive ma anche un paio di negative.

Mi resterà impresso in testa l'immagine data in uno dei combattimenti: un cavaliere Makurano (a cavallo quindi, tra l'altro un cavaliere pesante quindi un cavallo molto alto e stazzato) cerca di dare un colpo di speroni a Marcus che lo evita e risponde con... una pomellata alla testa?!?
Ma ti eri bevuto qualcosa Harry prima di scriverlo?

E sinceramente questo arco narrativo come ho già più volte detto è troppo lungo per la storia che contiene, potevano benissimo essere solo tre libri.


In conclusione alla conclusione:

- La serie merita abbastanza di essere letta se non altro per alcune evoluzioni dei personaggi.
- Se fosse durata meno sarebbe stato meglio
- Senza le ripetizioni in ogni libro sugli stili di vita sarebbe stato un prodotto davvero buono =P


Spero vi sia piaciuta!

A breve un'altra intervista al lettore!
Alla prossima



Aratak

Commenti

Post popolari in questo blog

Upper Comics

Il Cuore di Quetzal - Gianluca Malato - Nuova Uscita Nativi Digitali Ed.

Flowers - Luca Morandi